Cookies: Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento, di profilazione prima parte e cookies di terze parti.
Cliccando su ACCETTA I COOKIES, utilizzando questo sito, scorrendo questa pagina, o registrandoti, presti il consenso all'uso dei cookies.
Per saperne di più clicca qui.

ACCETTA I COOKIES

info@marketingpercommercialisti.com

Le Ultime dal Blog

I Prìncipi ed i princìpi del marketing

Sapete che ogni tanto i sogni si avverano?

Sono passati 5 anni, sono passati un bel po’ di giorni da quando, con le mie idee in testa, cercavo di costruire qualcosa che fosse degno di nota, che lasciasse un segno.

Non cercavo risultati per me, sapevo che quelli sarebbero arrivati da soli, di conseguenza, volevo invece costruire un mondo in cui tanti altri avrebbero potuto vivere meglio, almeno un pochino. Ci sono riuscito?

Sono passati 5 anni dicevo, ed in questi anni ho fatto i conti con Principi e principi.

E’ solo una questione di accento? Non proprio, e in questo puzzle fatto di una moltitudine di persone che hanno attraversato questo lustro, alcune solo per un periodo, altre a tempo indeterminato, ogni cosa sia successa, positiva o negativa, ed ogni sforzo, stanno svelando il loro contributo, la loro importanza, il loro insegnamento.

Certe volte le cose sono andate in modo diverso da come avrei voluto, ma qualche giorno fa, 22 gennaio 2020, giornata contraddistinta da estremi sentimenti, ho avuto conferma che ognuno di noi dovrebbe considerare come una palestra ogni avvenimento avverso, una palestra in grado di allenare ed essere pronto per quando ce ne sarà la necessità.

E arriverà un giorno in cui quella esperienza ti servirà.

 

I principi del marketing

Se non sei il leader crea una nuova categoria e promuovila.

Chi non ha sentito dire da me, o dai libri di marketing, questa regola? Ci sono decine di formatori che fanno i soldi insegnando queste cose e, a dir loro, ognuno dovrebbe essere in grado di applicarle. A dir mio, non è proprio così semplice.

Ci ho provato, ho deciso con Valerio Malvezzi di fare qualcosa che non fosse evoluzione di qualcos’altro, ho deciso di curare ferite che non esistevano prima del 2007, e per farlo, per riuscire ad impormi sul mercato (oltre che nelle menti delle persone), non sarebbe stato sufficiente formare Commercialisti pronti a dire “Siamo Commercialisti che in più si occupano di…”, oppure consulenti finanziari specializzati in…

Avrei dovuto creare una nuova professione a tutti gli effetti, una professione che rompesse tutti gli schemi, anche relazionali, del mondo dei Commercialisti, e che avesse uno scopo superiore al semplice ricavo economico.

Una professione che, in poche parole, rompesse le regole precostituite.

Il fatto di aver “inventato” i Finanzialisti era già qualcosa di importante visto che questo nome viene sempre di più utilizzato nel mondo economico, ma quello che volevo non era l’autolegittimazione, bensì il riconoscimento del mondo che conta, in modo tale da poter costituire un gruppo di professionisti molto autorevoli e tutti tesi ad aiutare veramente le persone che fanno girare l’economia, gli imprenditori.

E, visto che il mondo dei Finanzialisti si ispira all’Economia Umanistica, l’economia che mette al centro l’uomo, volevo che chi legittimasse la nostra missione fosse una personalità che avesse dedicato la sua vita alla spiritualità, a far star bene le persone.

 

La Mission

Scopo superiore lo chiamo io, nei manuali leggi mission.

Trovi siti e brochure di chiunque con scritto “La nostra Mission”, ma tra dire qualcosa, e fare qualcosa, c’è una grandissima differenza e questa differenza ho voluto che fosse evidente al mondo.

Volevo che il Papa, sognavo che Sua Santità Papa Francesco ci conoscesse e condividesse anche solo un secondo del suo tempo, anche con solo un grammo della sua autorevolezza, il nostro scopo.

Io sono abituato a chiedermi “perché lo faccio?” e vi assicuro che non mi attendo mai una risposta simile a “Per soldi”.

Voglio essere conosciuto come la persona che fa qualcosa per gli altri, e questo è il segreto di ogni successo, anche nel marketing.

Già, ci sono riuscito, ho portato i Finanzialisti al cospetto di Papa Francesco.

Raccontarvi come sia riuscito a farlo è qualche cosa che richiede tempo, anche perché di una complessità incredibile, e sono ancora sotto pressione.

Da quando aprii il sito www.masterbank.it per parlare di Finanzialisti e specializzazione in finanziamenti d’impresa, sebbene consapevole di attirarmi anche un sacco di critiche, sapevo che in poco tempo il mondo si sarebbe accorto di noi e che le mie pubbliche relazioni avrebbero contribuito a fare qualcosa di eccezionale.

A settembre 2019 inizio a lavorare al progetto avendo avuto l’opportunità di lavorare ad un evento in cui era coinvolta l’Università Internazionale per la Pace dell’ONU. La visibilità internazionale del progetto accademico Masterbank del Prof. Malvezzi aveva generato interesse nei nostri confronti e le relazioni conseguenti ci hanno portato qui.

Pensavo che non fosse mio compito essere utile, ma far star bene le persone: sembra la stessa cosa, ma se ci pensi bene non lo è affatto, ed allora, consapevole di ciò, ho iniziato un enorme lavoro relazionale ed organizzativo che ha cambiato la vita di tutte le persone che affollano le mie aule.

 

Il Papa e il far star meglio le persone

Quando Sua Santità Papa Francesco ha salutato ufficialmente una delegazione dei Finanzialisti nella Sala Paolo VI, gremita di 8000 persone, la tensione era alta.

Quella mattina fredda di Roma era iniziata con una serie di contrattempi che sembravano voler sottolineare la grandiosità dell’evento. Non era una udeinza generale qualsiasi, non avevo fatto la fila allo sportello per accaparrarmi un biglietto qualsiasi: avevo riservato (con una delicatissima opera di relazioni) 60 posti in prima fila nel Reparto Speciale della sala, la zona in cui il Papa passa e stringe le mani, e, cosa ancora più eccezionale, avevo l’opportunità di concedere il baciamano a due nostri rappresentanti.

Chiunque abbia visto la TV negli ultimi tempi sa che Papa Francesco non ama questo tipo di manifestazioni affettuose e quindi regnava un po’ di scetticismo tra i presenti.

Avevo dovuto occuparmi della scelta dei due nostri rappresentanti Finanzialisti: sicuramente dovevano essere persone che avessero superato con successo gli esami del corso MasterBANK, e che avessero spiccate qualità morali.

Non era una scelta facile, al corso MasterBANK ci sono Commercialisti eccezionali, come persone e come professionisti. In ogni caso non volevo essere io davanti al Papa. Con Valerio Malvezzi avevamo deciso di lasciare i nostri posti a due Finanzialisti, ed abbiamo scelto due persone che (qualcosa dentro di me lo me lo diceva) avrebbero fatto qualcosa di straordinario.

In mezzo ad un caos tremendo, con le persone di ogni nazionalità che cercavano di avvicinarsi il più possibile al Papa, inizia l’udienza generale ed il papa saluto (lo vedi nel video sopra) i Finanzialisti.

Finalmente sento un po’ la tensione scendere, ma quello è solo l’inizio.

La dr.ssa Palmina Zungri , nostra rappresentante donna al baciamano, vorrebbe dire qualche parola a papa Francesco, ma è troppo emozionata e chiede al suo compagno di avventura, il dr. Andrea Calzolari, di scrivere su un foglio ciò che vorrebbe dire.

Papa Francesco si avvicina, vede il foglio, lo prende, lo legge, e, di pugno, ci aggiunge una sua esortazione:

AIUTATE SEMPRE LE PERSONE

E’ un foglio della mia carta intestata come vedete, non un foglio qualunque.

Ma non è finita. La dr.ssa Zungri, ancora di più emozionata, dice “Francesco ti voglio bene” ed il Papa, lo stesso Papa che raccontano schivo e scontroso le si avvicina, la abbraccia e la bacia sulle guance. Qualche cosa che in Vaticano non è la regola, anzi!

Ed io sapevo che solo Palmina, col suo candore, avrebbe potuto fare una cosa del genere.

Dopo questi momenti che potrete vedere nel video sopraa, abbiamo consegnato un nostro dono a Papa Francesco e siamo usciti ancora increduli di ciò che era successo, ma consapevoli della responsabilità che ci portiamo sulle spalle oggi che

Sua Santità ci ha chiesto si occuparci delle persone.

I Finanzialisti sono gli specialisti in Finanziamenti d’Impresa, sono nati e sono stati duramente istruiti per aiutare le imprese italiane a risolvere i problemi di accesso al credito, hanno le migliori tecnologie per fare uscire dai guai finanziari gli imprenditori che sempre più navigano in cattive acque.

I Finanzialisti vivono in un mondo che ha visto centinaia di suicidi tra gli imprenditori che si sono trovati in difficoltà come uomini: questa è la nostra mission, aiutarli.

Sua Santità Papa Francesco ci ha conosciuto, ha condiviso il nostro pensiero e voluto fare un grande dono di cui siamo orgogliosi e che ci vogliamo meritare fino in fondo.

Ora il mondo professionale ci conosce e si chiede come abbiamo fatto, ora il mondo delle persone in grado di fare qualcosa per le persone ci esorta a dare il massimo di quello che sappiamo fare, per un bene superiore.

Se sei un Commercialista che pensa che il futuro passi per attività professionali di alto livello a contatto con le persone, con fini etici, se vuoi saperne di più del mondo dei Finanzialisti, degli Specialisti in Finanziamenti d’Impresa, vola sul sito www.masterbank.it

Chiediti sempre perché fai le cose, e cerca uno scopo che vada oltre i tuoi obiettivi personali: solo così centrerai anche quelli.

 

Iscriviti al corso Marketing per Commercialisti

Se vuoi diventare un esperto di Marketing per gli studi commerciali e ottenere tante soddisfazioni economiche vieni al corso Marketing per Commercialisti. Cosa siamo capaci di fare noi di Marketing per Commercialisti lo hai letto in questo articolo.

Clicca sull’immagine sotto per avere tutte le indicazioni (ti ricordo che è gratuito) sulle date del corso:

 

Ti è piaciuto? Condividi l'articolo!